Schiaffi, umiliazioni, minacce: indagate due maestre elementari. Ancora

Ancora due maestre indagate, stavolta succede nei pressi di Reggio Calabria. Eppure, nonostante il proliferare di casi analoghi che la cronaca registra ormai quasi all’ordine del giorno, stupisce ogni volta come fosse la prima volta, apprendere di insegnanti, in questo caso delle scuole elementari, ma spesso – spessissimo – accade anche nei nidi e nelle materne del Belpaese, solite a relazionarsi con i piccoli alunni con percosse e umiliazioni, mortificazioni fisiche e psicologiche destinate a lasciare il segno su quelle piccole vite…

Maltrattamenti in una scuola elementare: indagate due maestre 

E allora, stavolta il drammatico copione criminale – che denuncia schiaffi in faccia, spintoni e immancabili minacce intimate per ottenere il silenzio delle vittime – si è ripetuto, ancora una volta, in un piccolo centro in provincia di Reggio Calabria, Oppido Mamertina per l’esattezza, dove proprio questa mattina i Carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare interdittiva della sospensione dall’esercizio dell’attività di insegnamento emessa dal Gip di Palmi a carico di M.C. e B.S., due insegnanti, entrambe 49enni, di una scuola elementare del luogo. Le indagini sono partite lo scorso novembre dopo diverse segnalazioni da parte dei genitori di alcuni alunni di una quinta elementare, tornati a casa con evidenti lividi sul corpo e sul viso. I militari dell’Arma, sollecitati dalle famiglie e visti i segnali d’allarme, hanno deciso di installare delle telecamere di videosorveglianza all’interno dell’istituto scolastico per monitorare eventuali maltrattamenti perpetrati ai danni degli alunni da parte delle docenti. Proprio dall’analisi dei filmati raccolti, allora, è stato possibile scoprire l’amara realtà: le due insegnanti, ignare di essere costantemente monitorate all’interno dell’aula didattica, nel corso delle lezioni scolastiche avrebbero maltrattato, e a più riprese e in modo violento i propri alunni, rivolgendo nei loro confronti anche gravi minacce e ripetute ingiurie.

Schiaffi in faccia, ingiurie e minacce immortalate dalle telecamere

In alcuni episodi, successivamente sottoposti al vaglio dell’Autorità Giudiziaria, si noterebbero le due maestre, notevolmente infastidite dal comportamento degli alunni, rivolgersi ai bambini in modo brusco con urla di disappunto e costringendoli ad assumere posizioni composte, prima di picchiarli con violenti schiaffi al volto. In un altro episodio, anch’esso immortalato dalle telecamere, gli alunni vengono spinti all’esterno dell’aula per essere subito dopo costretti a rientrare in fila indiana sotto la minaccia di ulteriori maltrattamenti. Per questo, e purtroppo per molto altro, al termine degli accertamenti, valutata la gravità del reato e il pericolo di reiterazione, sono scattate con urgenza le misure cautelari eseguite questa mattina.