Per “festeggiare” i 100 giorni rapinano e incappucciano una donna anziana

C’è chi festeggia i 100 giorni alla Maturità con riti scaramantici e la tradizionale raccolta di soldi per una festa con i professori e chi dà sfogo alla peggiore violenza. Succede in Abruzzo dove un’anziana  donna è stata incappucciata e rapinata, per “gioco”  da alcuni studenti di una scuola di Castellafiume, in provimcia de L’Aquila. La vecchietta di 80 anni ha riferito di aver trovato nella sua abitazione un paio di giovani mentre rincasava dopo una funzione religiosa. I ragazzi le avrebbero rubate le provviste. Non solo ma gli studenti l’avrebbero bloccata e incappucciata con della stoffa probabilmente per impedire che la donna li riconoscesse. Poi sono fuggiti spintonando l’anziana. La donna dunque ha provveduto a chiedere aiuto e poco dopo sono arrivati i carabinieri che ora, anche senza una esplicita denuncia, dovranno procedere d’ufficio a perseguitare i colpevoli di un gesto tanto brutale.