Trump annuncia robusti tagli alle tasse: «Grande ottimismo per i posti di lavoro»

Donald Trump risponde ai sui critici e annuncia tagli annuncia tagli alle  tasse e alle regole imposte alle aziende. «Grande ottimismo per il  futuro delle aziende Usa, e posti di lavoro», scrive su Twitter il presidente Usa , che sottolinea l’undicesima chiusura “record” per l’indice Dow Jones e poi promette, «in arrivo grossi tagli a tasse e regole!».

In un precedente tweet, Trump se l’era presa ancora una volta con i  media, colpevoli di non «aver riportato che il debito nazionale nel  mio primo mese (alla Casa Bianca, ndr) è sceso di 12 miliardi di  dollari rispetto ai 200 miliardi di aumento nel primo mese di Obama».

Non si placa, nel frattempo, la campagna mediatica contro Trump. Capofila è il Washington Post, che spera forse di replicare l’impresa che portò alle dimissioni, nel 1973, dell’allora presidente Richard Nixon a seguito delle rivelazione pubblicate sul quotidiano liberal. L’amministrazione Trump- scrive il Washington Post – avrebbe  coinvolto alti  esponenti dell’intelligence, oltre a senatori e deputati repubblicani, in uno sforzo concertato per minimizzare le notizie sui rapporti fra  collaboratori del nuovo presidente americano ed esponenti del governo  russo. 

Contro Trump si scagliano anche celebrate stelle del cinema (in prevalenza tendenti a sinistra). L’ultima gazzarra è stata organizzata da Jodie Foster e Michael J. Fox  hanno manifestato ieri a Beverly Hills invitando ad opporsi alle  politiche del presidente degli Stati Uniti L’evento United Voices, organizzato dall’agenzia di artisti United Talent  Agency (Uta), ha raccolto diverse stelle del cinema, a due giorni dalla cerimonia degli Oscar. Igni occasione è buona per fare becera propaganda.