Padova, scoppia la pace tra leghisti e azzurri. Insieme per Bitonci sindaco

Forza Italia e Lega insieme. Almeno a Padova. È scoppiata la pace e il partito di Salvini e quello di Berlusconi che correranno insieme per Massimo Bitonci sindaco. Motore dell’accordo siglato a fatica, raccontano alla stampa, la voglia di vincere. Il segretario provinciale del Carroccio, Andrea Ostellari, e il commissario cittadino degli azzurri, Adriano Paroli, ammettono di aver fatto degli errori.  «Quello che è accaduto è stato un corto circuito che ha portato danni ai padovani e al nostro partito – ha detto il forzista – credo che l’ira e la diffidenza della Lega fossero giustificate. Ma i nostri elettori oggi si aspettano che possa riprendere un cammino che era stato interrotto: correttezza e lealtà sono nel nostro dna». 

Lega e Forza Italia insieme a Padova

«Ci hanno fregati una volta, non accadrà più», tuonava non più di qualche giorno fa il leghista Toni Da Re. Poi la tempesta è passata e Ostellari può dire: «Avevamo chiesto una importante sferzata politica da parte di Forza Italia e c’è stata. Non solo le due espulsioni, abbiamo condiviso un percorso. Raccoglieremo quanto è accaduto, che non ha precedenti nella nostra alleanza, come un bagaglio di esperienza che ci consentirà di evitare in futuro situazioni simili. Guardiamo avanti: chi oggi corre con noi dovrà accettare un patto per Padova che prevede serietà, concretezza e onesta». La Lega era arrivata a chiedere le dimissioni del coordinatore regionale azzurro Marco Marin, poi la tela diplomatica tessuta anche da Niccolò Ghedini ha portato al miracolo e l’ex sindaco Bitonci, caduto  per il tradimento di due forzisti, può contare su un centrodestra riunito.

Al lavoro per Bitonci sindaco

«Ho apprezzato quanto fatto da Ghedini – spiega alla stampa il segretario del Carroccio – sinceramente, che qualcun altro sia d’accordo o meno, non ce ne frega niente». E in Senato Ghedini commenta soddisfatto: «Così si chiude definitivamente una vicenda che mai sarebbe dovuta accadere. Certamente Bitonci tornerà sindaco e potrà riprendere l’ottimo lavoro che stava svolgendo». Anche il nodo del nuovo ospedale a Padova Est che aveva provocato la rottura del tavolo di maggioranza con l’opposizione di Forza Italia è acqua passata. Da oggi tutti al lavoro per per mettere in piedi un “patto per Padova” che coinvolga tutta la coalizione di centrodestra, allargata a civiche e Fratelli d’Italia: «Ci sarà un proseguimento delle linee amministrative ma anche nuovi progetti», sottolinea il commissario forzista.