Marine Le Pen apre la campagna elettorale: «Misure drastiche contro il terrorismo»

Marine Le Pen lancia la sua campagna per le presidenziali questo fine settimana a Lione. La candidata del Front National ha organizzato una due giorni di “assise presidenziali” per presentare il lavoro della sia squadra e il suo programma in un centro congressi in grado di accogliere 3mila militanti del partito di estrema destra. Dopo i lavori di oggi, Le Pen interverrà domani con un discorso ai sostenitori.  Terza città francese, Lione è al centro della politica questo week end. La Le Pen, subito dopo l’attacco al Louvre, ha detto: «L’attacco terroristico subito dai militari del Sentinel al Louvre di questa mattina ci ricorda come la minaccia rimane estremamente elevata e preoccupante. Saluto e lodo la professionalità e compostezza dei militari, hanno evitato conseguenze potenzialmente disastrose. Secondo le informazion, ci sono indicazioni che si tratta di un nuovo attacco islamista. Questo evento conferma che il veleno del terrorismo islamista è lungi dall’essere debellato e che la gravità del problema non è ancora stato preso in considerazione dai politici. Dovremo prendere misure drastiche contro questo flagello», ha concluso.

La Le Pen apre con un comizio a Lione

Nel pomeriggio è atteso nella stessa città un comizio del candidato indipendente Emmanuel Macron, ex ministro dell’Economia di François Hollande in ascesa nei sondaggi. E per domani è atteso un discorso di Jean Luc Melenchon, candidato alla sinistra dei socialisti. Lione è dunque palcoscenico di una corsa alle presidenziali piena di sorprese.  I sondaggi indicano che Le Pen potrebbe passare al primo turno del 23 aprile, ma non è chiaro chi sarà a sfidarla. Se Macron continua a salire nei sondaggi, il candidato della destra François Fillon è in difficoltà per lo scandalo dello stipendio pagato alla moglie per un lavoro apparentemente fittizio di assistente parlamentare. E il candidato socialista Benoit Hamon ha appena cominciato la sua campagna.