Iraq, l’aeroporto di Mosul finalmente libero dal controllo dello Stato islamico

Le forze della sicurezza irachena hanno ”liberato del tutto” l’aeroporto internazionale di Mosul, precedentemente sotto il controllo dello Stato islamico (Is). Lo ha reso noto il comandante della polizia federale irachena Raed Jawdat spiegando che «l’aeroporto è stato totalmente liberato e le unità della polizia federale stanno ora avanzando verso il distretto di Al-Tayaran nella zona occidentale della città». Ieri le forze della sicurezza irachena sono entrate nello scalo aeroportuale conquistandone oltre la metà, secondo quanto riferito dall’esercito iracheno. I miliziani dell’Is sono stati costretti a ritirarsi dall’aeroporto dopo intensi bombardamenti dei jet iracheni e della coalizione internazionale a guida Usa, ha detto all’Anadolu il luogotenente Nayif al-Zubeidi.

Mosul, un’altra operazione dell’esercito iracheno

In un’altra operazione l’esercito iracheno, con il sostegno della coalizione internazionale, ha preso il controllo del campo di al-Ghazlani, considerato il più grande accampamento militare
dell’Is a Mosul. Lo ha reso noto il generale dell’esercito iracheno Abdullah Amir Yarullah in un comunicato. Domenica l’esercito iracheno ha dato il via a un’operazione militare su larga scala per riconquistare anche la parte occidentale della città, ancora sotto il controllo dell’Is. A gennaio Baghdad ha annunciato la  ”completa liberazione” della zona orientale di Mosul, in mano all’Is dal giugno del 2014.