Frutta e verdura: prezzi alle stelle per il pazzo inverno. L’allarme di Coldiretti

Il maltempo «ha distrutto le coltivazioni anche in Spagna che insieme all’Italia è il principale fornitore di ortofrutta dell’Unione europea dove si è verificato un crollo delle disponibilità con il rincaro dei prezzi nei supermercati con gli scaffali vuoti e le vendite di broccoli, zucchine ed insalate
addirittura razionate». L’allarme è di Coldiretti che sottolinea come «la tempesta perfetta nel mercato della verdure provocata da un pazzo inverno
rischia di avere effetti fino alla prossima primavera con l’arrivo dei nuovi raccolti, anche per la nuova ondata di perturbazioni in Europa».

Coldiretti: prezzi alle stelle per il mal tempo

Se in Italia i prezzi delle verdure fresche spingono l’inflazione su livelli record dal 2013 con un aumento al consumo del 20,1% a gennaio rispetto allo scorso anno, in Gran Bretagna, sottolinea Coldiretti,  due fra le più  importanti catene del Paese, Tesco e Morrisons, stanno già limitando la quantità acquistabile di alcune verdure, fra cui insalata e broccoli, mentre i prezzi per alcune tipologie di prodotto come le lattughe sono più che raddoppiati. Per effetto del maltempo che ha investito Paesi come Italia e Spagna ma anche la Grecia e la Francia, si legge nel report, «i prezzi delle verdure, soprattutto di quelle a foglia, sono aumentati significativamente in tutta Europa visto che la produzione è drammaticamente calata e  non riesce più a coprire i fabbisogni soprattutto in Paesi forti importatori come la Gran Bretagna e l’Irlanda ma anche in quelli scandinavi del nord Europa».

In Gran Bretagna verdure razionate

In Francia si sono impennate le quotazioni dei porri mentre in Spagna – rileva ancora  Coldiretti – l’aumento dei prezzi ha provocato un crollo dei consumi stimato pari al 40% rispetto a prima dell’arrivo del maltempo ed anche in Italia c’è stata una flessione degli acquisti rispetto al trend positivo che aveva segnato il 2016. La situazione più secondo la Confederazione degli imprenditori agricoli «si registra in Inghilterra dove in alcuni supermercati mancano la rughetta, le melanzane e le zucchine ma sono anche stati introdotti limiti agli acquisti come in tempi di guerra nella catena Tesco che ha affisso cartelli per vietare di acquistare più di 3 cespi di lattuga per evitare accaparramenti».