C’è un ragno vivo di 7 centimetri nell’insalata: sotto choc una ragazza

Una ragazza di 16 anni sta per pranzare con la solita insalata in busta e a un ceo punto inizia a urlare istericamente? Semplice, dalla busta è spuntato un ragno di 7 centimetri vivo che era all’interno di una confezione di insalata fresca già lavata, acquistata al supermercato Lidl di Rovigo, da una famiglia di Arquà Polesine. A raccontarlo è il papà Ettore Gagliano. «Ho due figli, una di 16 e uno di 14 anni che da qualche anno hanno l’abitudine di mangiare come snack l’insalata in busta. Giovedi scorso, verso le 20, mia figlia ha aperto il sacchetto di lattughino a tavola e ha cominciato a mangiarne». 
«È arrivata quasi a metà confezione, quando ha iniziato a urlare istericamente. Increduli, abbiamo visto un ragno, di almeno 6-7 centimetri, vivo, che si muoveva tra le foglie dell’insalata». Cosa fare? Il genitore racconta di avere chiamato il numero verde della catena Lidl e di avere parlato con un’operatrice molto gentile. «Le ho chiesto se avessi potuto parlare con qualche responsabile del controllo qualità o chiunque avesse potuto darmi qualche spiegazione sul caso. Tenendo presente che sulla confezione è esplicitamente scritto che il prodotto è fresco, già lavato, solo da condire. A oggi non ho ricevuto alcuna telefonata o e-mail di spiegazioni che potesse chiarire quanto accaduto». Contattato dal Gazzettino, il capo area della catena ha assicurato la massima celerità negli accertamenti per individuare eventuali responsabilità.

La famiglia in allarme: “Se ne avesse ingerito una altro?”

«Ho impiegato molto per insegnare ai miei figli che si deve mangiare verdura – prosegue Ettore Gagliano nele dichiarazioni rilasciate sui quotidiani locali che si sono immeditamente occupati del caso increscioso e preoccupante – purtroppo ora, oltre che traumatizzati, non vogliono più saperne di mangiare verdura. Quando mia figlia ha aperto il pacchetto di lattughino, dopo averne mangiato quasi metà, ha cominciato a sputare e vomitare. Dopo circa mezz’ora siamo riusciti a calmarla. Non sappiamo a quale specie appartenga il ragno. Anche mio figlio ha cominciato ad agitarsi, visto che pure lui stava mangiando un altro pacco di lattughino. Stiamo monitorando mia figlia, perchè non sappiamo se i ragni fossero più di uno e se inavvertitamente ne abbia ingerito uno, anche se lo escluderei».