Siria, la piccola Bana scrive a Trump: presidente, aiuta i bambini come me

Bana Alabed, la bimba siriana di sette anni che con i suoi tweet ha commosso il mondo raccontando  la guerra ad Aleppo, ha scritto una lettera aperta a Donald Trump. «Presidente, devi fare qualcosa – scrive la piccola – per i
bambini della Siria, perché sono come i tuoi figli e hanno bisogno di pace come te». 

La lettera a Trump della bimba siriana

La bimba ora si trova con la sua famiglia in Turchia. Una copia della sua lettera per Trump è stata consegnata alla Bbc, che ha diffuso la notizia, dalla madre Fatemah, insegnante di inglese, che ricorda come la scuola  frequentava da Bana ad Aleppo è stata distrutta dalle bombe e alcuni dei suoi piccoli compagni sono morti. «Ad Aleppo –  si legge nella lettera – frequentavo la scuola, ma poi è stata distrutta dai bombardamenti. Alcuni dei miei amici sono morti. Quando ero ad Aleppo non potevo giocare  era la città della morte. Ora sono in Turchia, posso uscire e divertirmi – dice la bimba siriana– posso andare a scuola, anche se ancora non ho cominciato. Ecco perché la pace è importante per tutti, compreso te», scrive la bimba siriana che si rivolge a Trump perché «lo ha visto molte volte in tv», racconta la mamma.

«Se fai qualcosa, sarò tua amica»

Milioni di bambini siriani vivono ancora oggi come vivevo io e soffrono in diverse parti della Siria – continua la lettera – soffrono per colpa degli adulti. So che sarai il presidente dell’America, quindi puoi salvare, per favore, i bambini e tutte le persone della Siria? Devi fare qualcosa per i bambini della Siria, perché sono come i tuoi bambini e hanno bisogno di pace come te. Se mi prometti che farai qualcosa per i bambini della Siria, sarò la tua nuova amica».