Roma, spacciava dal treno “in corsa”: arrestato il pusher della metropolitana

La sua “piazza” di spaccio era la metropolitana di Roma: avvisava i clienti del suo passaggio e li riforniva sulla banchina, al momento dell’apertura delle porte. Poi, ricevuto il denaro, ripartiva immediatamente. In questo modo, sperava di non dare nell’occhio e non essere scoperto. Ma l’uomo, un 37enne originario del Mali, è stato lo stesso scoperto e arrestato dalla polizia con l’accusa di spaccio di stupefacenti. 

Lo scambio sulla banchina della metropolitana

A tradire il fantasioso spacciatore è stato un suo cliente, conosciuto come consumatore abituale di eroina, che è stato notato dai poliziotti del commissariato Porta Pia nel corso di un controllo di routine. Gli agenti lo hanno visto aspettare all’esterno della stazione metro Policlinico e hanno iniziato ad osservarlo. Poco dopo il giovane ha ricevuto una telefonata ed è sceso di corsa fino alla banchina. Una volta arrivato il treno, c’è stato il rapido scambio di droga e denaro con il pusher. Gli agenti, quindi, sono intervenuti immediatamente, riuscendo a bloccare lo spacciatore prima che il treno ripartisse e recuperando due involucri con dentro dell’eroina.