Roma, rapina una banca e si nasconde in un agriturismo: arrestato

Prima rapina una banca, poi si nasconde in un agriturismo. Accade a Roma dove un uomo, dopo aver ideato una rapina in una banca di Vigna Clara, essendosi accorto di essere stato ”individuato”, si è nascosto per tre mesi. Ieri però V. M., romano di 25 anni, è stato rintracciato e fermato dalla polizia in un agriturismo nell’entroterra di Ardea. Il 25enne romano alla fine dell’ottobre scorso è entrato in una banca del quartiere Vigna Clara per compiere una rapina: sotto la minaccia di un taglierino, ha costretto la cassiera a consegnarli 4mila euro; all’esterno lo aspettava un complice alla guida di una Smart e con quella sono fuggiti. Le indagini hanno permesso fin dai primi momenti di sospettare di V.M., già noto alle forze dell’ordine; il ragazzo però, evidentemente aveva capito di essere finito nel mirino degli agenti ed ha pensato di ”sparire per un po’ di tempo”. Le ricerche sono terminate ieri, quando è stato fermato in un agriturismo dagli agenti dei commissariati Anzio e Spinaceto insieme ai colleghi di Ponte Milvio. Gli investigatori, nella camera che il ricercato divideva con una sua coetanea, hanno trovato, praticamente intatto, il bottino della rapina; parcheggiata lì vicino c’era anche la Smart usata per fuggire dopo la rapina. Il giovane, fermato, è stato portato nel carcere di Velletri. Proseguono le indagini per stabilire chi era alla guida della Smart il giorno della rapina.