Proposta degli ultras ai presidenti di calcio: «L’1% degli incassi ai terremotati»

«Calciatori, Presidenti, Dirigenti e Allenatori, devolvete l’1% netto a terremotati e senza tetto ed avete vinto lo scudetto». Lo striscione degli ultras del Napoli è apparso in curva B nel corso della partita di Coppa Italia vinta dal Napoli contro la Fiorentina. Una partita che è stata anche un’occasione per solidarizzare con i terremotati e lanciare una proposta ai presidenti di calcio, proposta che, statene certi, non sarà neanche presa in considerazione. Da diversi settori dello stadio sono arrivati messaggi di incitamento in favore delle popolazioni abruzzesi colpite dal gelo e dal sisma nel centro Italia. «Un giorno senza brivido è un giorno non vissuto. Orgoglio nazionale vigili del fuoco». Ed ancora: «Centro Italia non mollare».

Lo stadio intero, al momento dello srolotamenti degli striscioni, si è sciolto in un grande applauso. Del resto non è la prima volta che gli ultras del Napoli si segnalano per iniziative o messaggi a sfondo sociale. Un paio di ssettimane fa una delegazione della Curva B si recò, in occasione della Befana, sotto le finestre dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli intonanò cori ed esponendo striscioni per dimostrare sostegno ed affetto nei confronti dei piccoli pazienti: “Cara befana, vicino ai regalini, porta la salute a tutti i bambini”, il testo del pensiero dedicato ai piccoli degenti. “Dai ragazzi non mollate” e “Forza ragazzi non vi lasceremo mai”, i cori più gettonati, apprezzati da tanti bambini che si sono affacciati alle finestre per salutare gli ultras del Napoli. Esperienze da ripetere, magari col sostegno e la “solidarietà”.