Abbuffate e stravizi? Ecco come smascherare la dieta in 5 minuti

Abbuffate e stravizi quotidiani? A stanarli e punirli arriva un team di ricercatori inglesi che, grazie a rapidi esami, sono capaci di smascherare tutto in 5 minuti. A svelare quanto è sana – o meno – la dieta che seguiamo, potrebbe pensarci un nuovo test delle urine, sviluppato e annunciato da un team di scienziati britannici. Con buona pace degli amanti di junk food e di ben più prosaiche abbuffate di calorie. L’esame misura nelle urine i marker biologici creati dalla rottura di alimenti come carne rossa, pollo, pesce, frutta e verdura, e dà anche un’indicazione della quantità di grasso, zucchero, fibre e proteine che una persona ha mangiato. Il tutto in pochi – rivelatori – minuti.      

Salute, ecco come monitorare la dieta dei pazienti 

Anche se il lavoro è in una fase iniziale, il team di ricercatori dell’Imperial College London, Newcastle University e Aberystwyth University, spera che con lo sviluppo futuro del test questo diventi uno strumento affidabile per monitorare le diete dei pazienti. Questo sitema alimentare e di controllo dietologico conseguente, potrebbero dunque anche essere utilizzati in programmi finalizzati alla perdita di peso per controllare l’assunzione di cibo. Le evidenze, spiegano gli autori dello studio pubblicato su Lancet Diabetes and Endocrinology, suggeriscono infatti che le persone registrano in maniera non accurata le loro diete e tendono a sotto-riportare il cibo malsano, eccedendo invece nella segnalazione del consumo di frutta e verdura. La  probabilità di imprecisioni nei diari alimentari aumenta se la persona è in sovrappeso o obesa.

Analisi delle urine svelano tutto in 5 minuti

I ricercatori hanno analizzato le urine per centinaia di metaboliti, includendo composti che indicano l’assunzione di carne rossa, pollo, pesce, frutta e verdura, oltre a dare un quadro della quantità di proteine, grassi, fibre e zuccheri assunti. Tra questi composti ce n’erano alcuni che si riferivano a specifici  alimenti come agrumi, uva e verdure a foglia verde. Da queste informazioni gli esperti hanno messo a punto un profilo dei metaboliti delle urine in grado di indicare una dieta sana ed equilibrata con un  buon apporto di frutta e verdura. L’accuratezza del test è stata poi analizzata sui dati di un precedente studio includendo 225 volontari britannici e 66 danesi. Tutti avevano fornito campioni di urina e riportato informazioni sulla loro alimentazione quotidiana. Analizzando i campioni, gli scienziati sono riusciti a prevedere con precisione la dieta da loro osservata. Il team spera ora di perfezionare la tecnologia testandola su un numero maggiore di persone al fine di valutarne la precisione anche sulla dieta di una persona media, al di fuori di un ambiente di  ricerca.