Avellino, muore di freddo in una catapecchia. Aveva chiesto aiuto in tv (video)

Tutti sapevano, nessuno ha mosso un dito, neppure il sindaco di Avellino informato delle gravi condizioni di vita di Angelo Lanzaro. L’uomo, 43 anni senza fissa dimora, è stato trovato all’interno del Mercatone di Avellino in via Quattrograne.

Morto di freddo un uomo senza fissa dimora

Originario di Visciano in provincia di Napoli, Angelo aveva una compagna e 3 figli. Senza lavoro e con gravi difficoltà economiche, l’uomo da  un anno era costretto a vivere di stenti e si era  accampato nella struttura abbandonata e malridotta. Con lui vivevano altri due uomini. A determinare la morte dell’uomo è stato proprio il freddo polare di questi giorni. In  mattinata Sergio, uno dei suoi amici che gli dormiva di fianco, lo ha trovato senza vita, a nulla sono serviti i tentativi di rianimarlo. 

Una tragedia annunciata

Una tragedia annunciata perché tutti sapevano dei senzatetto che vivevano al freddo e nello sporco della struttura. Angelo Lanzaro in un  video denuncia a dicembre all’emittente irpina Tele Nostra aveva chiesto aiuto al sindaco di Avellino, Paolo Foti, per la sua situazione. Un appello  rimasto inascoltato: Angelo non ce l’ha fatta e ha lasciato la moglie e i suoi tre figli ai quali tanto desiderava regalare un Natale da famiglia normale. In tanti ora, sull’onda emotiva,  chiedono le dimissioni del sindaco e della sua giunta.