Adescano 20enne su Fb e la stuprano in branco: presi 7 rom (VIDEO)

Sette giovani rom sono stati arrestati per violenza sessuale di gruppo su una giovane della provincia di Frosinone. La ragazza aveva conosciuto un 37enne su Facebook.  Stando agli accertamenti dei carabinieri, la giovane, una studentessa universitaria di 20 anni, era arrivata dopo essersi incontrata con due del branco, che lei aveva evidentemente considerato amici. Una volta giunta nell’abitazione, una villa di Ferentino dove c’erano altri cinque uomini, si è però scatenata la violenza. La giovane è stata trascinata, picchiata, immobilizzata e quindi violentata. Senza riuscire a sganciarsi dalla loro presa. 

La giovane si è fidata di un 37enne conosciuto su Fb

Solo più tardi, dopo parecchi minuti di terrore in balìa del gruppo, la ragazza si è liberata trovando riparo in una vicina casetta, prima di fuggire e mettersi alla ricerca di un aiuto in preda alla disperazione. Aiuto giunto da una donna, incontrata per caso, che ha subito allertato i carabinieri della Compagnia di Anagni. I militari hanno ascoltato la giovane e aperto serrate indagine per individuare i sette aguzzini. Decisivo, dopo le prime difficoltà legate alle conseguenze della violenza subita da poco, il racconto della ragazza, che è riuscita a mettere i carabinieri nella condizione di chiudere il cerchio e di risalire ai suoi stupratori.

I rom arrestati nell’inchiesta denominata “Le Iene”

L’inchiesta, denominata “Le Iene”, coordinata dal procuratore di Frosinone, Giuseppe De Falco, e dal sostituto Maria Pia Ticino, ha consentito ai militari dell’Arma di trovare riscontri al racconto della vittima. E il gip Pierandrea Valchera firma gli ordini d’arresto. In carcere finiscono Ferdinando Di Silvio, dell’omonimo clan nomade, già noto alle forze dell’ordine e altri cinque rom, anche loro pregiudicati, tra i 32 e i 23 anni e tutti residenti a Frosinone.