Donna ritrovata morta sul traghetto Tirrenia: ci sono tre indagati

Ci sono tre indagati, con l’accusa di omicidio colposo, nell’inchiesta per la morte della turista tedesca Imelda Bechstein, 74 anni di Monaco, scomparsa il 30 ottobre mentre era sul traghetto Sharden della Tirrenia in navigazione dalla Sardegna a Genova. Il cadavere è stato ritrovato lunedì scorso nella sala macchine dello stesso traghetto. Nel registro degli indagati sono finite quelle persone che avevano il compito di cercarla dopo l’allarme lanciato dal marito e che non hanno ispezionato quella zona del traghetto in cui è stato ritrovato il corpo. Sul caso indagano i magistrati della procura di Genova Patrizia Petruzziello e Walter Cotugno che domani daranno l’ incarico al medico legale Francesco Ventura di eseguire l’ autopsia. Intanto proprio domani mattina arriveranno a Genova la salma e il marito della donna. Il corpo verrà sottoposto a un primo esame esterno per verificare la presenza di lesioni violente, poi nei giorni successivi verrà eseguito l’esame autoptico.

Il marito della turista tedesca aveva lanciato l’allarme un’ora dopo che i due erano andati a dormire in cabina. L’uomo si era svegliato e non aveva visto la donna al suo fianco. Erano state organizzate squadre di ricerca suddivise in settori e una di queste era incaricata di controllare proprio la zona dove è stato rinvenuto il corpo. Il traghetto era stato anche fatto ritornare indietro per cercare la donna visto che si era pensato in un primo momento che potesse essere caduta in mare per un gesto estremo. Erano state avvisate anche le autorità francesi visto che la sparizione era avvenuta in acque francesi.