Vertice sull’Ucraina: la Merkel bacia Hollande, ma è gelo con Putin

Nel corso del vertice sull’Ucraina in formato “Normandia”, la tv ha mostrato l’accoglienza riservata da Angela Merkel al presidente francese Francois Hollande, cui sono andati baci sulle guance, e a quello russo Vladimir Putin, cui la cancelliera ha stretto la mano. Nei pressi della cancelleria di Berlino militanti per la difesa dei diritti umani hanno sparso per terra un centinaio di orsacchiotti di pelouche con fasce intrise di color rosso a simboleggiare ferimenti e uccisioni di bambini ad Aleppo, come sottolineato anche in un grande striscione. Putin mancava da Berlino da quattro anni ed era stato da ultimo in Germania nel 2013, alla Fiera di Hannover, ricorda l’agenzia Dpa. Assieme a Hollande, la cancelliera e’ sempre piu’ critica nei confronti del sostegno di Mosca al presidente Bashar Al Assad in Siria.

Al vertice sull’Ucraina il “quartetto di Normandia”

Al vertice sul conflitto nel Donbass con Putin ci sono il presidente francese Francois Hollande, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente ucraino Petro Poroshenko. In rappresentanza di Mosca, con Putin sono arrivati anche il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov, il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov, il consigliere presidenziale russo Vladislav Surkov e il consigliere di Putin per la politica estera Iuri Ushakov. Lo riporta la Tass. A margine dell’incontro del cosiddetto Quartetto di Normandia (Francia, Germania, Russia e Ucraina), si prevede che Hollande, Merkel e Putin parlino anche della situazione in Siria. Poroshenko – riporta l’agenzia Interfax – è arrivato precedentemente nella sede della Cancelleria tedesca, dove si è svolto un incontro bilaterale tra lui e Angela Merkel.