Pd nelle bufera a Ferrara: «Gli ultras e la polizia? Meglio gli spacciatori»

Non si placano le polemiche a Ferrara contro la consigliera comunale del Pd Ilaria Baraldi che ha affermato di preferire gli spacciatori di droga in giro in bicicletta piuttosto che tifosi e polizia. Tutto è partito dall’arrivo in città di un migliaio di tifosi del Verona per la partita con la Spal. La questura, per motivi di sicurezza. aveva previsto un forte dispiegamento di forze dell’ordine, rigidamente inquadrate in tenuta anti-sommossa. A questo punto – sempre con la scusa della indigeribile città militarizzata – l’esponente del Pd ha scritto su Facebook: «Dite quello vi pare. A me impressiona e spaventa molto di più un gruppo di ultras urlanti e la polizia in tenuta antisommossa che quattro spaccini in bicicletta. Lo penso. L’ho detto». E uno dei primi like è stato quello di Massimo Maisto, il vicesindaco.

Offendere la polizia è un “vizietto” della sinistra

Gli «spaccini» sono gli spacciatori di droga che da anni “agiscono” a Ferrara tra le proteste dei cittadini. Durissime le reazioni dell’opposizione. «Reputo gravissimo questo post soprattutto perché viene scritto da chi rappresenta le istituzioni», ha affermato il consigliere comunale di Forza Italia, Matteo Fornasini . «La Baraldi si sta caratterizzando per la sua battaglia per legalizzare la droga, e su questo c’è un silenzio assordante del sindaco». Duro il commento del consigliere di Fratelli d’Italia, Paolo Spath: «Io voglio una città liberata dagli spacciatori in bicicletta e dalle bande che si fanno guerra insanguinando i nostri quartieri. La voglio vedere piena di ultras che portano la nostra squadra nel grande calcio e della polizia che vigila e veglia sulla nostra sicurezza ogni giorno, e che ringrazio».