È morto Nemer Hammad, già rappresentante dell’Olp a Roma

Nemer Hammad, consigliere politico del presidente palestinese Abu Mazen, è morto nell’ospedale dell’Università americana a Beirut, in Libano. L’annuncio è stato dato dall’agenzia ufficiale palestinese Wafa che ha spiegato che Hammad, 78 anni, era da tempo malato gravemente. Nemer Hammad è stato per lungo tempo rappresentante dell’Olp di Yasser Arafat a Roma. In una nota diffusa dall’ambasciata di Palestina a Roma, si sottolinea che la “scomparsa del grande patriota, rappresenta una grande perdita per il popolo palestinese, per l’Olp e per tutti coloro che hanno a cuore la pace”. Hammad  era nato in Palestina nel villaggio della Galilea di Al Kabri nel 1941 e si trasferì in Libano con la sua famiglia nell’anno della Nabka (è il nome che le popolazioni arabe hanno dato all’esodo dai territori) palestinese. Sin da giovane Hammad si è impegnato nella lotta del popolo palestinese per la difesa dei suoi diritti. Rappresentante dell’Olp e ambasciatore di Palestina in Italia per più di trent’anni dal 1974 al 2005, Nemer hammad è stato anche ambasciatore in Jugoslavia dal 1984 al 1986. Consigliere politico del presidente Abu Mazen dal 2006, nel 2008 ha ricevuto dal presidente anche l’incarico di dirigere la struttura generale dell’informazione palestinese, che comprende l’agenzia di informazione Wafa e la televisione palestinese.