Quattro nomadi minorenni picchiano un ragazzo nel pieno centro di Roma

Quattro nomadi fra i dodici e i tredici anni hanno aggredito in via del Corso,  una delle principali strade del centro di Roma, un ragazzo di diciassette anni che avevano cercato di derubare. L’aggressione è avvenuta verso le tre del pomeriggio all’altezza dell’hotel Plaza, davanti a decine di turisti e altri passanti. Una pattuglia della polizia che presidiava quella parte di via del Corso ha sentito gli urli ed è accorsa. I minori nomadi sono stati bloccati e portati al commissariato. Il ragazzo è invece rimasto contuso ed è stato soccorso da un’ambulanza

 I quattro ragazzini nomadi “conosciuti” dalle forze dell’ordine

Come riporta il Messaggero, il diciassettenne ha detto di non aver «capito nulla di quello che accadeva in quei momenti», nell’improvvisa aggressione da parte dei nomadi. Poi ha aggiunto: «Quei ragazzini mi hanno circondato, ho cercato di difendermi, di allontanarli e loro mi hanno preso a calci e sbattuto al muro. Poi si sono dileguati tra la folla». I nomadi minorenni erano già conosciuti dalle forze dell’ordine per furti e borseggi nel centro storico. Quasi ogni giorno– secondo gli investigatori – arrivavano dalle stazioni metro nei luoghi abitualmente frequentati da turisti per derubarli. La riprova del loro delinquere consiste nelle tante segnalazioni inviate dalla polizia e dai carabinieri al Tribunale dei Minori. È probabile che lo stesso Tribunale dei Minori ora prenda provvedimenti nei confronti dei genitori dei nomadi aggressori. Si potrebbe accusarli di abbandono di minore e istigazione a delinquere.