L’Isis annuncia il nuovo leader delle milizie nigeriane di Boko Haram

L’Isis ha annunciato il nuovo leader dei Boko Haram. Secondo la Bbc si tratta di Abu Musab al-Barnawi, già portavoce del gruppo terrorista islamico nigeriano. L’annuncio è contenuto in una rivista dell’Isis in cui non si parla dello storico leader, Abubakar Shekau, su cui qualche mese fa si erano diffuse voci, poi smentite, di una sua resa. È la prima volta che l’Isis parla a nome dei Boko Haram, che dopo anni di lotta al governo centrale nigeriano, l’anno scorso avevano dichiarato la loro affiliazione al “Califfato”.  Due mesi prima, al Barnawi appariva in un video nel quale si definiva portavoce della formazione armata. Shekau, dal canto suo, non compariva in video da almeno un anno e i suoi ultimi messaggi audio sembravano già anticipare l’abbandono della leadership di Boko Haram.

Boko Haram (da una locuzione hausa che letteralmente significa «l’istruzione occidentale è proibita») è un’organizzazione terroristica jihadista sunnita diffusa nel nord della Nigeria. È anche nota come Gruppo della Gente della Sunna per la propaganda religiosa e il Jihad Nel 2015 si è alleata con lo Stato Islamico. Boko Haram ha diverse fonti di finanziamento tra cui furti in banca e i riscatti per i rapimenti. Ad esempio, nell’inizio del 2013, degli uomini di Boko Haram hanno rapito una famiglia di sette turisti francesi in Camerun. Due mesi dopo, hanno rilasciato loro e altri 16 ostaggi per un totale di 3,15 milioni di dollari. Il denaro ricavato dai rapimenti dovrebbe essere di molto superiore a qualsiasi donazione fatta loro in passato da Al-Qa’ida. Il denaro è spostato da corrieri, rendendolo impossibile da rintracciare e le comunicazioni sono condotte faccia a faccia. La loro modalità d’azione prevede di pagare giovani locali per seguire le operazioni dell’esercito ed è congegnata in modo tale da ridurre al massimo le spese per ogni singolo attacco.