Fitto presenta il Comitato per il No: «Una riforma sbagliata» (video)

“Un no consapevole”. Così il leader dei Conservatori e Riformisti Raffaele Fitto definisce la scelta del suo partito di dar vita ad un comitato per il no al referendum (www.questavoltano.it) ‘battezzato’ oggi nel corso di una presentazione al teatro Santa Chiara a cui hanno preso parte, tra gli altri, i parlamentati di Cor, il vicepresidente dell’Anci e sindaco di Lecce Paolo Perrone. Nella brochure di presentazione i Conservatori spiegano nel dettaglio la decisione di battersi contro la riforma costituzionale. È lo stesso Fitto a sottolineare come il loro sia un “no politico” ad una “riforma confusa”. I Conservatori ricordano di aver fatto delle proposte nel corso del dibattito diverse modifiche tra cui l’abolizione tout court del Senato, l’introduzione di un tetto alle tasse ed il passaggio al presidenzialismo: “A tutto – si legge sempre nel documento di presentazione – ci è stato detto no. Anzi si è scelto il combinato disposto con la legge elettorale che consegnerà al primo partito, senza contrappesi, non solo un’ampia maggioranza alla Camera, ma anche la possibilità di determinare quasi tutto rispetto ai massimi organi di garanzia”. “Si tratta quindi – sottolinea ancora Fitto – di dire no ad una riforma sbagliata. Una riforma fatta a colpi di maggioranza che non supera il bicameralismo”