Berlusconi, appello contro l’astensione: “Votate per i vostri figli”

FacebookPrintCondividi

“Se vuoi cambiare devi andare a votare” mentre le persone che si sono rassegnate perché pensano che il loro voto non cambi nulla sono il 55%. Sono 26 milioni gli italiani aventi diritto di voto che hanno deciso di non andare a votare. Ma io dico che dovete andare a votare per il vostro interesse, per i vostri figli e nipoti”. Lo afferma Silvio Berlusconi a Domenica Live sottolineando come “in 22 anni in Italia ci siano stati 4 colpi di Stato”.  “Il voto di domenica – incalza Berlusconi  – è importantissimo. Con il sistema delle primarie le grandi città hanno avuto sindaci espressi dalle primarie, e sono stati i peggiori sindaci della loro storia. Occorre rimettere queste città nelle mani di persone capaci. Noi abbiamo scelto uomini del fare, con vasta esperienza amministrativa e gestionale”.

Berlusconi torna poi sul rischio-regime prodotto dal combinato dall’azione congiunta dell Italicum e della  riforma costituzionale. “Questo non solo è un governo abusivo, ma illegittimo. Il combinato disposto riforme-Italicum porta ad avere una sola Camera che fa leggi importanti, un solo partito, e il loro leader, Renzi, padrone del partito, della Camera, dell’Italia. Una situazione del genere non la si può chiamare che regime”

Infine, il grande rammarico di questi ultimi anni. “Purtroppo io sono incandidabile ancora per 3 anni, sono stato messo fuori dalla politica non con le armi della democrazia ma con un uso politico della giustizia”. Berlusconi  ha sottolineato come, tuttavia, “la gente abbia capito la persecuzione a cui sono stato sottoposto e mi vuole molto più bene di due anni fa. Quando ero al governo trovavo sempre qualcuno che mi faceva la faccia brutta, ora no. Sento attorno a me un afflato di  vicinanza e simpatia, e ciò mi fa pensare di avere ancora un po’ di responsabilità rispetto a questo Paese”.