Scrive un post antisemita su facebook: bufera su una deputata laburista

È bufera su una deputata laburista, Naz Shah, per un suo post antisemita condiviso su facebook in cui si proponeva come «soluzione» del conflitto in Medio Oriente il trasferimento in massa degli israeliani negli Usa. La parlamentare si è dimessa dall’incarico di assistente di John McDonnell, Cancelliere dello Scacchiere ombra, ma il partito potrebbe intraprendere azioni disciplinari nei suoi confronti.

 Le scuse della deputata laburista non sono bastate

Shah si è scusata pubblicamente per il post che aveva condiviso sul suo profilo nel 2014, mesi prima di essere eletta alla Camera dei Comuni. Il suo caso non fa che alimentare le accuse di atteggiamenti antisemiti ai laburisti, dopo che di recente sono stati sospesi consiglieri e altri rappresentanti per i loro commenti razzisti spesso circolati sui social network. Da quando Jeremy Corbyn è stato eletto leader del Partito laburista britannico, l’antisemitismo sembra aver avuto una forte spinta. Il partito si è ritrovato nell’inferno delle polemiche a causa di alcuni post antisemiti pubblicati su Facebook e si sono succedute espulsioni. Haaretz, il principale quotidiano della sinistra israeliana, ha citato la prima pagina dell’editoriale del Jewish Chronicle: «Il Partito Laburista sembra essere un partito che attrae gli antisemiti come le mosche ad un pozzo nero». La Bbc ha riferito che «il Partito Laburista ha sospeso per la seconda volta un membro che aveva postato dei tweet antisemiti».