Marchini lo aveva previsto: “Alle fine saremo solo due candidati”

Lo aveva detto in tempi non sospetti: “Vedrete che alla fine in campo resteranno solo due candidature”. E su almeno una era certo la sua. Perché Alfio Marchini non ha mai accennato a passi indietro ed è rimasto fermo ad aspettare quelli degli altri. Convinto che con lui si possano sconfiggere i populismi, che una volta al governo alimentano il conflitto sociale e conflitto tra le istituzioni. Alla fine ha conquistato Berlusconi. “La sua è stata una scelta coraggiosa e generosa verso il nostro movimento civico, migliaia di romani che in questi 3 anni hanno difeso i diritti dei cittadini. Berlusconi ha confermato di essere un innovatore e FI l’unico partito che non si è arroccato nel difendere lo status quo”, spiega a “il Corriere della Sera“.

Marchini: “Noi siamo liberi perché siamo forti di un consenso radicato tra i romani”

“E questa è un alleanza tra liberi per liberare Roma da chi l’ha ridotta in questo stato e da quei movimenti populisti che farebbero sprofondare Roma ancora più nel caos” Accetterà il sostegno di una lista con il simbolo di FI? “Non ne abbiamo parlato, ma non ho alcuna obiezione al riguardo. Saremo invece assai rigidi sulla qualità dei candidati e sono certo che ci troveremo tutti d accordo”. Con la mossa di Berlusconi il centrodestra non c’è più… “Lo ha giustamente detto la Meloni che il vecchio centrodestra è morto. Aggiungo che è tempo di andare oltre lasciando che il civismo ossigeni i partiti. E di una cosa sono certo: la scelta di Berlusconi non è stata contro qualcuno ma per aprire nuovi sentieri, lungo i quali ricostruire il legame tra politica e cittadini”

Marchini: “Se vince Roma vince il Paese”

Accusano Berlusconi di favorire Renzi appoggiando lei. Questo non rischia di svantaggiarla? “Dalle reazioni che ho avuto direi l’opposto. Noi siamo estremisti del buon senso più che mai convinti che oggi ci siano le condizioni per andare a vincere”. Perché elettori di centrosinistra dovrebbero votare lei e non Giachetti? “Perché coloro che hanno governato questa città li hanno traditi. Noi in 3 anni abbiamo onorato la fiducia di quelle centinaia di migliala di romani che si sono fidati di noi”.