Rubava nei negozi e rivendeva sulle bancarelle abusive: arrestato romeno

Rubava merce nei negozi del centro e la rivendeva sulle bancarelle abusive. Per questo i carabinieri della Stazione Aventino di Roma hanno arrestato un romeno di 28 anni, che sarà processato con rito direttissimo. Un caso che richiama la controversa delibera del commissario Tronca – poi in parte rivista – che avrebbe voluto “legalizzare” i mercatini rom, prevedendo anche un contributo di 5 milioni di euro.

Dai negozi alle bancarelle abusive, il romeno colto in flagrante

I furti erano pressoché quotidiani e avvenivano tanto in negozi quanto in supermercati del centro. L’uomo nascondeva la refurtiva in una borsa e poi la vendeva a prezzi ben al di sotto di quelli di mercato nelle bancarelle, rigorosamente abusive, che allestiva nei mercati di Roma da Porta Portese a Porta Ardeatina. I carabinieri, dopo averlo seguito, hanno colto il ladro in flagranza, subito dopo un colpo in un supermercato di corso Vittorio Emanuele II. Il romeno è stato trovato con 50 tranci di parmigiano, 42 tra tubetti e vasetti di cioccolata, 36 scatolette di tonno, 22 tranci di prosciutto crudo e 4 bottiglie di whisky per un valore complessivo di circa 450 euro. Inoltre, ad incastrarlo ci sono anche le riprese delle telecamere di sorveglianza.