Roma, 5 milioni ai mercatini dell’usato nei campi rom. Meloni: “Una follia!”

Non bastavano i campi rom. Adesso arrivano anche i mercatini autorizzati all’interno dei campi. L’idea davvero balzana è contenuta in una delibera del prefetto Tronca. Una decisione, sottolinea Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, “che ci lascia senza parole”. Una “idea folle” secondo Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera dello stesso partito. “Una delibera – assicura Guido Bertolaso, candidato a Sindaco per il centrodestra – che farò subito revocare, una volta salito al Campidoglio”. “Il Comune di Roma guidato dal prefetto Tronca spende la bellezza di 5 milioni di euro dei romani per legalizzare i mercatini abusivi usati dai rom per rivendere quello che rubano. – denuncia Giorgia Meloni –  È una decisione  che potrebbe configurare anche il reato di istigazione a delinquere, perché un’istituzione pubblica ha il compito di combattere l’illegalità e non di incentivare chi viola la legge”.  “Non ci stupisce – prosegue – che una scelta del genere sia stata presa da chi rappresenta il governo Renzi nella Capitale e chiedo ufficialmente ai candidati sindaco della sinistra di dire cosa ne pensano e se condividono questa iniziativa. Dal canto nostro, la posizione di Fratelli d’Italia è chiara: ritiro immediato della delibera e tolleranza zero contro chi non rispetta la legge. Nei prossimi giorni faremo un presidio in uno di questi mercatini”. Dare 5 milioni di euro ai rom per organizzare mercatini dove vendere merce proveniente dal rovistaggio e dai furti in abitazione non rientra nelle competenze del commissario, sottolinea da parte sua  Rampelli: ” Un’idea folle che prevede addirittura incentivi economici e borse lavoro per i nomadi”. “Tronca ritiri immediatamente la delibera-vergogna”, è la richiesta perentoria di Fratelli d’Italia.