Banche, la tempesta s’avvicina? La Bri lancia l’allarme

“Quelli che vediamo potrebbero non essere fulmini isolati, ma i segnali di una tempesta vicina, che si sta preparando da molto tempo” . E’ l’allarme del capo del dipartimento monetario della Bri  (la Banca dei regolamenti internazionali)  Claudio Borio illustrando il rapporto trimestrale. “Malgrado condizioni monetarie eccezionalmente espansive, la crescita nelle giurisdizioni più importanti è stata deludente. Gli operatori di mercato ne hanno preso atto e la loro fiducia nei poteri curativi delle banche centrali forse per la prima volta vacilla. Anche i policymaker farebbero bene a prenderne atto”. i tassi negativi hanno effetti sulle banche se si protrarranno a lungo. La Bri in un articolo rileva come vi “sia una grande incertezza sul comportamento di privati e istituzioni se i tassi dovessero ulteriormente scendere in territorio negativo o se dovessero restare negativi a lungo”.

La Banca dei regolamenti internazionali è la più antica istituzione finanziaria internazionale. Il principale scopo dell’organizzazione è promuovere la cooperazione tra la banche centrali. Al contempo, la Bri fornisce specifici servizi finanziari in qualità di “banca delle banche centrali” ed opera come agente o mandataria (trustee) nei pagamenti internazionali che le vengono affidati la Bri rappresenta oggi un rinomato centro internazionale di ricerca in ambito finanziario, monetario ed economico.