I tifosi turchi devastano il centro di Roma. Meloni: «Alfano, intervieni!»

Fumogeni e bombe carta sono state lanciate dai tifosi turchi del Galatasaray che da Piazza del Popolo, nel centro di Roma, si sono poi spostati in corteo verso villa Borghese dove era previsto il punto di raccolta della tifoseria per raggiungere lo stadio Olimpico. Il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha subito lanciato l’allarme su Facebook e ha invitato il ministro Alfano a intervenire: «Tifosi del Galatasaray si radunano e lanciano bombe carta. Ministro Alfano, aspettiamo che finisca come a piazza di Spagna con i tifosi del Feyenoord o facciamo qualcosa? Basta comandare a casa nostra».

I tifosi del Galatasaray sono poi  arrivati in piazza delle Canestre, a villa Borghese, luogo di raccolta dei sostenitori ospiti, per attendere gli autobus che li avrebbero portati allo stadio Olimpico per la partita di Europa League contro la Lazio. La situazione è stata a lungo ad alta tensione. La  poliziae ha guidato il migliaio di tifosi da piazza del popolo a villa Borghese. Cori, fumogeni e petardi hanno caratterizzati  l’attesa dei sostenitori turchi assiepati lungo la strada in attesa dei bus.

I Momenti di tensione sini preseguiti a piazza delle Canestre tra i tifosi e le forze dell’ordine che hanno presidiato  l’area. Alcuni tifosi turchi sono stati caricati dagli agenti di polizia perchè tentavano di aggirare il cordone che li separava  dalla zona in cui berano  indirizzati verso gli autobus c. La situazione è tornata poi  alla normalità grazie anche all’intervento di alcuni capi ultrà della squadra turca.

Il questore di Roma, Nicolò D’Angelo ha lanciato un messaggio rassicurante verso le 17.30.  Queste le sue parole appena arrivato in piazza delle Canestre dopo la carica di alleggerimento contro i tifosi turchi. «Sono tutti sotto controllo, qualche petardo o qualche fumogeno può anche scappare. Continueremo a perquisirli non solo prima che salgano sui bus ma anche allo stadio».