A Roma compaiono (per la seconda volta…) manifesti col volto di Hitler

Il signor Maurizio Trua firma quei manifesti e ci mette anche un numero di cellulare, ma usa il volto di Adolf Hitler per veicolare il proprio messaggio, nel quale si abbina il Fuehrer a foto di campi di concentramento e di bambini africani per denunciare il tema della fame del mondo. I manifesti sono stati affissi nei pressi di Villa Pamphili a Roma, tutti firmati dal Movimento “Tutti… Noi, per la coscienza”. Già nel maggio scorso un’analoga iniziativa, sempre a firma del movimento suddetto, era stata bloccata dalla polizia con la rimozione dei manifesti. Ma, a quanto pare, senza nessuna denuncia a carico del promotore. Nulla si sa sull’origine politica della pesante provocazione, ammesso che ne abbia una.