Meloni: «L’8 novembre saremo con Salvini alla manifestazione di Bologna»

Giorgia Meloni non ha dubbi: «Siamo assolutamente convinti che il centrodestra non debba dividersi, ma anzi rafforzare la propria compattezza in antitesi al renzismo. Per queste ragioni fin da settembre, alla festa di Atreju, ho annunciato di aderire all’iniziativa promossa da Matteo Salvini che si concluderà a Bologna l’8 novembre». La leader di Fratelli d’Italia-An specifica: «Saremo presenti con una delegazione. Stiamo inoltre valutando di promuovere, d’intesa con le altre forze politiche di centrodestra, per la giornata di sabato 7 novembre iniziative dello stesso segno nelle altre principali città d’Italia».

Meloni: centrodestra compatto contro il governo Renzi

Il centrodestra deve essere compatto contro il goverrno, a cominciare dalla battaglia sul provvedimento delle unioni civili che nasconde trappole per le adozioni gay. «Ma quale libertà di coscienza: se Renzi vuole le adozioni gay in Italia ci metta la faccia. Fratelli d’Italia dice no al ddl Cirinnà che vuole negare per legge a un bambino il diritto di avere un padre e una madre», scrive sempre Giorgia Meloni sulla pagina Facebook. È sull’8 novembre che adesso si prepara la piattaforma. L’annuncio di Salvini che sul palco non ci saranno i simboli della Lega assume un significato particolare, perché apre le porte a tutti coloro che “non sono di sinistra” e che vogliono dare la spallata al governo Renzi. Salvini quindi affronta anche i malunori dei leghisti “duri e puri”, ma il segretario federale a ciò è abituato e gli ascoltatori di Radio Padania con un profluvio di telefonate «io sarò a Bologna con te» gli danno ragione.