Meloni: «Vi spiego perché Renzi è il figlio segreto di Wanna Marchi»

«La promessa di Matteo Renzi di abbassare le tasse di 50 miliardi di euro gli vale l’appellativo che gli ha dato Fratelli d’Italia: figlio segreto di Wanna Marchi». Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook  punta il dito contro il premier. «Basti pensare – dice – che in questi 50 miliardi di euro Renzi annovera i dieci miliardi degli 80 euro, dicendoci che ha abbassato le tasse. Peccato che quegli italiani che hanno avuto il bonus di 80 euro, poi si sono visti aumentare le tasse di almeno 160 euro». E poi aggiunge: «Da tempo Fratelli d’Italia chiede l’unica cosa seria in tema di taglio delle tasse: introdurre un tetto alla pressione fiscale in Costituzione, perché questo davvero vieterebbe ai governi di pagare la mostruosa spesa pubblica italiana mettendo le mani nelle tasche degli italiani».

Dopo la Meloni, anche la Saltamartini contro Renzi

L’opposizione all’attacco. Oltre a Giorgia Meloni, critica è anche Barbara Saltamartini: «Il grande problema dell’Italia si chiama Matteo Renzi. I chiacchieroni del suo governo e del suo partito si sono trasformati in degli “Yes Man”, senza capire che rispondere sempre “Sì Signore” ai diktat del presidente del Consiglio non risolve in nessun modo i problemi dell’Italia». Saltamartini aggiunge: «Il governo Renzi continua a dimostrarsi incapace di dare risposte efficaci a tutti quei problemi che affliggono gli italiani: disoccupazione giovanile record al 44,2%, tasse più alte d’Europa, imprese martoriate in attesa del rimborso di crediti promessi e mai ottenuti, pensionati abbandonati dopo il furto subito a causa della Legge Fornero e un’immigrazione clandestina che sembra ormai inarginabile. Di fronte a tutti questi problemi il governo Renzi, i suoi alleati e gli esponenti del Pd continuano a dimostrare la loro impotenza e incompetenza».