Consegna il figlio di pochi mesi ai carabinieri: “Non posso tenerlo”

Un’altra storia italiana. Un’altra storia di disperazione, con una mamma che consegna il figlio ma stavolta alle forze dell’ordine. Protagonista è una donna ha deciso di abbandonare il proprio bambino di pochi mesi lasciandolo in consegna in una caserma dei carabinieri. E’ accaduto a Schio (Vicenza). La madre, un’italiana quarantenne sposata con un marocchino, ha suonato al campanello della caserma e portando il bimbo in braccio lo ha consegnato ad un militare, spiegando che per lei era diventato impossibile tenere il figlio, e riteneva che la soluzione più sicura fosse affidarlo alle forze dell’ordine. Quindi ha lasciato la caserma e se n’è andata. Il marito marocchino ha avuto problemi con la giustizia legati alla droga. I due non volevano o non potevano prendersi cura del bambino.

Donna consegna il figlio, pratiche di adottabilità

La donna consegna il figlio e immediatamente scatta la segnalazione dell’Arma alla Procura dei minori. Il piccolo è stato prima portato all’ospedale di Santorso per accertamenti, e poi trasferito in una struttura protetta sotto la tutela de tribunale dei minori. La legge italiana prevede l’esistenza delle cosiddette “mamme segrete”, quelle donne che dopo aver partorito, restando anonime, rinunciando alla maternità. In questo caso, però, la situazione è diversa: il piccolo non è appena nato e la mamma ha un identità precisa. Il distacco dal bambino, però, è già iniziato, a breve partiranno le pratiche per l’adottabilità“