Australia: seduto accanto ad obeso che tossisce fa causa a Etihad

Accade in Australia. Accade che un passeggero sia costretto a sedere, su un volo intercontinentale, accanto ad un obeso che pure tossisce in continuazione. Ed ecco che scatta la  causa alla compagnia aerea. È quel che ha fatto in Australia un cittadino di Brisbane. La storia è semplice: un passeggero della Etihad Airlines ha intentato causa alla compagnia aerea, che per inciso è quella che detiene il pacchetto di maggioranza di Alitalia,  davanti a un tribunale di Brisbane, in Australia, sostenendo di aver riportato e aggravato lesioni alla schiena dopo essere stato costretto a sedere accanto a un uomo obeso che tossiva molto. James Andres Bassos di 38 anni chiede un risarcimento di 227 mila dollari australiani (160 mila euro) affermando di essere stato costretto a contorcersi per lunghi periodi in un volo da Abu Dhabi a Sydney nel 2011. Nei documenti presentati in corte Bassos sostiene che il passeggero “enormemente in sovrappeso”, tracimava nel suo posto, tossiva frequentemente e del fluido fuoriusciva dalla sua bocca. L’odissea raccontata dall’australiano è tutta tesa a dimostrare la mancanza di attenzione al problema da parte del personale di bordo. Dopo cinque ore di sofferenza, infatti, aveva chiesto di essere spostato ma il personale di bordo avrebbe rifiutato. Mezz’ora dopo si lamentato di nuovo ed è stato trasferito a un sedile riservato all’equipaggio, ma “per ragioni di sicurezza” è dovuto tornare al posto originario un’altra ora, e di nuovo negli ultimi 90 minuti di volo. Bassos chiede un risarcimento danni per lesioni personali, affermando di essere stato costretto a storcere a lungo il corpo per evitare il contatto con l’altro passeggero riportando una lesione alla schiena e aggravando una condizione precedente, sempre alla schiena.