Strage sfiorata nella Metro. I feriti contro Marino: «Gestione indecente» (VIDEO)

Sono complessivamente 21 i feriti dello scontro tra due convogli della metro di Roma trasportati dal 118 in diversi ospedali della città. Sul banco degli imputati finisce la giunta capitolina e il suo sindaco, Ignazio Marino. «Siamo arrabbiati, i mezzi pubblici sono indecenti. Per questo preferisco prendere la macchina». Queste le parole della moglie di una delle persone rimaste ferite nell’incidente tra due convogli della Metro B di Roma. La ragazza, accompagnata dal suocero, ha recuperato gli oggetti personali del marito all’interno del convoglio incidentato. «È incredibile che  ogni giorno ce ne sia una – sottolinea il padre del ragazzo ferito – non è possibile. Mio figlio stava andando a lavoro come ogni mattina ed ora si ritrova la spalla rotta per colpa di altri». «Mio figlio mi ha detto di essersi accorto che i treni si stavano avvicinando troppo – rivela il padre del ragazzo – ma quando ha sentito il boato era ormai troppo tardi, in tanti sono caduti a terra. Ora è in ospedale, ancora spaventato da quello che è successo». «Eravamo in galleria quando all’improvviso c’è stata una frenata brusca – dice Francesco, un impiegato delle poste che si stava recando a lavoro – sono caduto per terra assieme ad altri passeggeri e ho iniziato a strisciare per il vagone cercando una via di uscita» . «È stato uno spavento enorme, un incubo -racconta – Poi la metro si è fermata nel tunnel con le porte chiuse. Ci sono state scene di panico, la gente era spaventatissima, urlava. Solo dopo diversi minuti ci hanno fatto scendere e attraversare il tunnel a piedi. Ho visto diverse persone ferite e molti terrorizzati».

Marino tace e il suo assessore dà la colpa ai macchinisti

Intanto la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine relativo all’incidente avvenuto sulla linea B della metropolitana. Il magistrato di turno Pierluigi Cipolla si è recato nella stazione Eur-Palasport per effettuare un primo sopralluogo. In Procura, come da prassi, si attenderà la relazione dei vigili del fuoco per ricostruire la dinamica dei fatti e accertare la causa dello scontro tra i convogli. E mentre il sindaco Marino si guarda bene dall’intervenire, il suo assessore alla mobilità, l’assessore ai Trasporti di Roma Capitale Guido Improt0 commentando l’episodio ha preferito scaricare ogni responsabilità parlando di «errore umano».