Salvini annuncia: batterò il renzismo con una “destra di cuore”

Matteo Salvini, leader della Lega Nord, lancia la sfida per un nuovo centrodestra. “La mia destra avrà cuore”, annuncia dalle colonne de Il Tempo. L’obiettivo è “mandare a casa Renzi” e costruire un’alternativa al renzismo. Al giornalista che gli chiede se la sua idea di centrodestra prevede una alleanza nel Centro-Sud con Fratelli d’Italia (al Centro) e Fitto e qualcun altro al Sud, risponde: «Già dall’anno scorso, quando i numeri erano molto più ridotti, non penso alle sigle dei partiti, penso ad un progetto, con una moneta diversa dall’euro, un progetto che parla di agricoltura, di sicurezza, di immigrazione, di riforma della giustizia, della scuola, di tassa unica al 15 per cento. E penso al superamento dei vecchi partiti. Non penso ad una somma della Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia, Udc e Fitto… non è questa l’operazione che mi interessa».

Il richiamo a Gianfranco Miglio

Quali i riferimenti culturali cui Salvini si ispira? Il richiamo a Gianfranco Miglio, che delle Lega delle origini fu mentore e ispiratore, è di prammatica. «Ma poi prendo spunti – dice – da tante persone diverse le une dalle altre: da Pietrangelo Buttafuoco a Piero Ostellino, Alberto Bagnai, Angelo Panebianco, diversi autori francesi, ma anche tedeschi, mi piace contaminarmi con idee di Massimo Fini. Quindi culture diverse, non credo più alla distinzione storica classica destra-sinistra. Ci sono i servi dell’Europa e quelli che credono nelle identità e nei popoli». Una idea , quella di Salvini, che muove dalla consapevolezza di una fase storica che si è definitivamente chiusa per il centrodestra. Il futuro che descrive deve basarsi su categorie politiche nuove e una forma politica che ridia anima e cuore ad un elettorato di destra al momento “confuso” e disorientato.