Caos di Capodanno, Marino sotto accusa: «È colpa sua, se ne vada»

Il caso dei vigili urbani romani sta mettendo a rumore il mondo politico. Se il tenore delle dichiarazioni provenienti dal Pd è imbarazzato e reticente,  gli esponenti del centrodestra puntano invece l’indice contro il sindaco Ignazio Marino. Sotto accusa sono  la sua cattiva gestione dell’amministrazione capitolina, la sua incapacità di dialogare con le categorie che erogano servizi essenziali per la cittadinanza,  la sua superficialità nel prevenire le emergenze nella vita della popolazione romana. È quello che sostiene Giorgia Meloni in un tweet.  Rivolgendosi a Renzi, invita il premier a guardare le responsabilità del primo cittadino. «Invece di prendertela coi vigili manda a casa Marino. Roma non merita un sindaco che non ha neanche il controllo del suo personale».

Le pesanti responsabilità del sindaco

Sullo stesso tenore le dichiarazioni del capogruppo di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale Fabio Rampelli:  «I vigili assenteisti dovranno pagare, ma vorremmo che a pagare fosse anche il sindaco Marino sul quale pesa la responsabilità politica delle pessime relazioni tra il corpo e il Comune di Roma. In un drammatico esacerbarsi di rapporti, Marino è sordo al confronto con la categoria».  «Dopo anni, è stato rinnovato il contratto ma in modo unilaterale», prosegue Rampelli. «Gli straordinari sono stati tagliati, le indennità eliminate, le festività non pagate, il corpo sottodimensionato, il concorsone ancora bloccato. Quello che è accaduto è grave, ma altrettanto grave è la strumentalizzazione che ne fa Marino, l’unico vero responsabile della pessima gestione di un servizio pubblico fondamentale per la cittadinanza».

Vicenda vergognosa

Sulle disgrazie romane interviene anche Matteo Salvini. E per Marino è un’altra bordata: «A Roma vigili e autisti di autobus protestano. Invece di prendersela con loro, Renzi licenzi il primo problema di Roma: il sindaco Marino». Non fa sconti al sindaco nemmeno  Barbara Saltamartini, parlamentare dell’ Ncd, che parla di «ennesima conferma dell’assoluta incapacità del sindaco Marino, con una amministrazione e una città che non ha mai avuto sotto controllo e per cui si rende quindi necessario andare subito al voto, per rispetto e per la stessa sicurezza dei cittadini romani». E non finisce qui, perché altre emergenze si profilano all’orizzonte. È quello che rileva Rocco Palese, capogruppo di Forza Italia in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati: «La vergognosa vicenda dell’assenza quasi totale dal lavoro dei vigili urbani romani nella notte di San Silvestro con la minaccia di scioperare in massa in occasione della Befana e del derby capitolino, è emblematica della totale incapacità della sinistra di governare la capitale».