Paolo Capone nuovo segretario dell’Ugl nel segno della continuità

Paolo Capone è il nuovo segretario generale dell’Ugl. Nato il 12 dicembre del 1961, Capone ha iniziato il suo percorso sindacale in banca, passando attraverso incarichi e responsabilità che lo hanno portato ad essere eletto nel novembre del 2009, e fino ad oggi, segretario nazionale dell’Ugl Sanità. Per oltre 15 anni è stato impegnato nella formazione dei quadri sindacali per conto della Confederazione. L’investitura di Capone è l’esito del Consiglio Nazionale che si è svolto il 28 e 29 ottobre a Montesilvano, nel corso del quale – si legge nella nota ufficiale del sindacato – «si è preso atto delle irrevocabili dimissioni da segretario generale Geremia Mancini e si è assistito al tentativo di qualcuno, subito dopo la proclamazione di Paolo Capone, di impedire con la forza il democratico svolgimento della nostra assise».

Le nuove sfide

Capone ha raccolto «il sostegno non solo della stragrande maggioranza dei membri del Consiglio Nazionale ma anche delle Federazioni nazionali di categoria e delle strutture territoriali, a partire dalle Unioni Regionali fino alle Unioni TerritorialiTutte le forze e tutti i soggetti del sindacato, non compromessi con i devastanti fatti sui quali sta opportunamente facendo luce la magistratura», sono state le prime parole di Capone alle agenzie di stampa, «sono chiamati a unirsi a una azione di rilancio del sindacato che sarà la vera sfida per me e per tutta la classe dirigente. Una sfida – ha aggiunto – della quale c’è necessità in ragione soprattutto della crisi che attraversa il mondo del lavoro a livello nazionale ed internazionale. Da queste difficoltà sapremo trarre insegnamento per dare una continuità ad una gloriosa storia fatta di battaglie, sacrifici e capacità di rappresentare gli interessi dei più deboli».