Brasile, anche Neymar si schiera con il centrodestra di Neves

Entra in campo l’artiglieria pesante  a sostengo del candidato di centrodestra in Brasile , Aecio Neves. Dopo gli ex campioni del mondo con la Selecao del 1994, Ronaldo e Romario, si infoltisce la rosa di giocatori ed ex giocatori brasiliani che dichiarano il loro sostegno al candidato conservatore in vista del ballottaggio di domenica prossima per le presidenziali brasiliane. Entra n campo Neymar, l’attaccante del Barcellona, a completare il tridente. Un endorsmet di peso. Il 22enne campione verdeoro ha spiegato di aver deciso di rendere noto il suo orientamento per il voto «dopo molte riflessioni e discussioni» con la sua famiglia.

L’endorsement in un video

Neymarha deciso di dichiarare il proprio voto a favore dello sfidante di Dilma Rousseff, presidente uscente di sinistra con queste parole. «Appoggerò il candidato Aecio Neves perché mi identifico molto con la sua proposta per il Brasile. Ma potete stare certi che, a prescindere dal risultato elettorale di domenica, continuerò a disposizione del mio Paese e del presidente eletto dal popolo», ha detto in un videopubblicato sul web l’attaccante del Barcellona. Giorni fa una foto del fuoriclasse era stata alterata con una frase di appoggio a Dilma. Gli ultimi sondaggi danno la presidente uscente del Partito dei lavoratori avanti con il 53-54% dei consensi, con lo sfidante Neves al 46-47%.

Sfida aperta

Per sostenere Dilma Rousseff è risceso in campo il suo mentore politico, l’ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva (2003-2010), che ha indossato nuovamente i panni dell’operaio sindacalista per attaccare e demolire il “figlio di papà”, Aecio Neves. Allergici a Dilma Rousseff, i mercati si sono rassegnati dopo l’annuncio dei sondaggi, tanto che ieri sera la Borsa di San Paolo è crollata del 3,24% e il real si è deprezzato rispetto al dollaro al suo livello più basso dal 2008.