Torna il Festival delle Storie (con 150 scrittori e artisti) per fare della Val Comino una “smart land”

Giunge alla quinta edizione il Festival delle Storie (23-31 agosto) che anima sul finire dell’estate la Valle del Comino. Una rassegna itinerante per far scoprire piazze medievali, vicoli, bellezze artistiche e paesaggistiche di nove paesi di questa contrada tanto affascinante quanto sconosciuta. Vittorio Macioce, ideatore e organizzatore dell’iniziativa, l’ha pensata proprio per contribuire a cambiare il destino della sua valle che “ha tutte le qualità per essere indicata come meta privilegiata di turismo”. Per Macioce la cultura riproduce il lavoro dei contadini: dissodare la terra, far fruttificare le sue ricchezze. Questo l’intento del festival nei confronti della Valle del Comino, oasi naturale a poco più di cento chilometri da Roma e da Napoli. La missione è fare della valle una “smart land”, piena di luoghi attraenti e di prodotti dop (dal pecorino al tartufo ai torroni di pasta reale).

La trama del festival sarà scandita dalle carte dei tarocchi che quest’anno sono Appeso, Ruota, Imperatore rovesciato, Alchimista, Ippogrifo, Cavaliere Errante, Stelle, (Nuovo) Mondo, Narratore. Oltre centocinquanta i protagonisti del Festival e più di sessanta gli incontri in programma cui si affiancheranno i laboratori di scrittura creativa e di giornalismo, di sceneggiatura, di architettura e fotografia, di fumetto, di favole e burattini, e gli appuntamenti enogastronomici con chef stellati.

Si comincia il 23 a Fontechiari (tra gli ospiti Giorgia Wurth, Lorenza Mazzetti, Marco Travaglio). Il 24 la carta della Ruota inviterà a dibattere di modernità a misura d’uomo (tra gli ospiti Massimo M.Veronese, Andrea Kerbaker, Gioacchino Lanotte). Il 25 si prosegue con l’Imperatore capovolto, simbolo del potere (incontri con Massimiliano Santini, Stefano Santachiara, Annalisa Chirico, Annalisa Terranova, Filippo La Porta, Dan Fante). Il 26 la carta che invita al dibattito è quella dell’Alchimista. Si parlerà di idee e di chi ci ha creduto veramente con Paolo Nucci, Gianluca Nicoletti, Giusella De Maria, Cinzia Leone, Licia Troisi, Romana Petri. Il 27, sotto il segno dell’Ippogrifo, si parlerà di favole e immaginario (tra gli ospiti Mimmo Gangemi, Maurizio Marchetti, Guido Mattioni). Il 28, all’ombra della carta del Cavaliere errante, si parlerà di ciò che c’è al di là dell’orizzonte. E’ la sicurezza di fermarsi in un luogo sicuro, pieno di vita, di gente, di esperienze, di racconti, di ricordi (tra gli ospiti Marguerite Pozzuoli, Miriam D’Ambrosio, Giorgio Conte). Il 29 la carta che farà da guida è quella delle Stelle e gli ospiti d’onore saranno Carla Fracci e Antonella Cilento. Il 30 agosto ad Alvito la giornata sarà dedicata agli incroci culturali e alle storie italo-americane (tra gli ospiti Massimo Veronese, Darwin Pastorin, Vittorio Cappelli, Gioacchino Lanotte). Gran finale domenica 31 agosto a Casalvieri per parlare di viaggi e anime inquiete (tra gli ospiti Miska Ruggieri, Alessandro Giuli, Filippo Bologna, Tim Willocks).