Quattro nuovi indagati per l’omicidio di Ciro Esposito. Furono perquisiti due settimane fa

Ci sono altri quattro indagati nell’inchiesta per l’omicidio di Ciro Esposito. Si tratta di quattro tifosi romanisti che erano già stati perquisiti due settimane fa dalla Digos nell’ambito degli accertamenti coordinati dalla Procura di Roma. Sono sospettati di essere i complici di Daniele De Santis, l’uomo accusato di aver ucciso il tifoso napoletano, e per loro l’ipotesi di reato è concorso in omicidio. Gli inquirenti ritengono che i quattro tifosi giallorossi fossero gli stessi che il 3 maggio scorso, con il casco in testa, si trovavano con “Gastone” durante l’assalto a un pullman dei supporter napoletani diretto all’Olimpico per la finale di Coppa Italia Fiorentina-Napoli. Al primo accenno di reazione dei tifosi napoletani che, a distanza, avevano notato i movimenti contro il bus, gli assalitori fuggirono. De Santis fu raggiunto in un vialetto adiacente viale Tor di Quinto e qui avvenne la sparatoria culminata nel ferimento di Ciro Esposito, poi deceduto dopo 52 giorni di agonia, e di altri due sostenitori partenopei. I complici di “Gastone” fecero invece perdere le loro tracce. I nuovi indagati saranno interrogati prossimamente dai pm Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio, titolari dell’inchiesta giudiziaria.