Marò, De Mistura è tornato a Nuova Delhi: domani i due militari conosceranno il loro giudice

Un’altra tappa nella via crucis dei nostri marò ancora “in ostaggio” delle autorità indiane. Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono stati convocati domani da un giudice di New Delhi per comunicazioni riguardanti l’iter del loro processo. Si tratta di un’udienza preliminare in cui il giudice comunicherà formalmente ai due Fucilieri di Marina di avere ricevuto l’incarico di trattare il loro processo.«I due sono in libertà provvisoria – si è inoltre appreso da fonti del governo indiano – e per il momento ci resteranno». Intanto l’inviato del governo italiano Staffan de Mistura è giunto oggi a New Delhi per seguire da vicino i prossimi sviluppi giudiziari riguardanti i due militari. Al suo arrivo De Mistura, che è alla sua ottava missione in India, non ha rilasciato dichiarazioni, limitandosi a confermare che il suo viaggio è dovuto alla necessità di mettere a punto la strategia difensiva dei Fucilieri di Marina. Si è poi appreso che il caso è stato assegnato al giudice Dharmesh Sharma, che ha la designazione di ”additional session judge” del tribunale di Patiala House (aula numero 25). È stato nominato dall’Alta Corte di New Delhi per condurre il processo in base a disposizioni fornite a suo tempo (18 gennaio 2012) dalla Corte Suprema. In quell’occasione, il massimo organo giudiziario indiano aveva ordinato la costituzione di un “tribunale speciale” con il compito di riunirsi “con frequenza quotidiana”. La fonte ha poi indicato che l’udienza di domani “sarà solo una formalità”. In essa, comunque, è possibile che la polizia investigativa Nia presenti anche il suo rapporto contenente i capi di imputazione. «Se non lo farà domani – ha aggiunto la fonte – sarà nei prossimi giorni quando anche tutti gli altri documenti saranno trasferiti al tribunale che poi li metterà immediatamente a disposizione della difesa».