Pisa: militanti rossi contro cinque turisti. Li avevano scambiati per giovani di destra

Li hanno scambiati per militanti di destra e li hanno aggrediti, con sputi e insulti, prima che riuscissero a chiedere aiuto alla polizia municipale e alla polizia. Protagonisti della disavventura cinque turisti di Bolzano, presi di mira da un nutrito gruppo di militanti di estrema sinistra, quattro dei quali sono stati denunciati. L’episodio è avvenuto sabato pomeriggio nel centro di Pisa ma è stato reso noto soltanto oggi dalla Digos, che sta proseguendo le indagini. Sabato pomeriggio Azione universitaria e l’associazione Ronin, il movimento giovanile legato a Fratelli d’Italia, avevano promosso un’iniziativa a sostegno dei marò mentre gli esponenti comunisti ne hanno improvvisata un’altra a poca distanza e di matrice opposta. Terminate le rispettive manifestazioni, spiega una nota della questura di Pisa, sulla strada degli antagonisti si sono trovati i cinque turisti, che stavano cercando Piazza dei Miracoli, ma che erroneamente, dopo aver parcheggiato l’auto sui lungarni, hanno imboccato Corso Italia seguendo il flusso dei passanti, convinti che la centralissima strada li portasse direttamente alla Torre Pendente. «Mentre i militanti di destra venivano scortati alle loro auto –  riferisce la questura di Pisa – una trentina di antagonisti hanno intrapreso una vera e propria caccia all’uomo e, una volta incrociati i turisti bolzanini, nella convinzione di avere individuato estremisti di destra, hanno riempito i cinque malcapitati, tra cui due donne, di insulti, sputi e uno di costoro ha anche ricevuto un calcio». La polizia municipale e, subito dopo, l’arrivo tempestivo di personale della Digos e dei reparti della Polizia di Stato, ha evitato che i turisti fossero sottoposti a ulteriori violenze e intemperanze.