Lula, FdI replica al Pd: «Basta bugie. Al suo insediamento c’era il nostro ambasciatore»

3 Gen 2023 12:15 - di Redazione
Lula

Ha scatenato una vera e propria bufera politica a colpi di comunicati incrociati tra PdFratelli d’Italia la cerimonia d’insediamento in Brasile di Ignacio Lula da Silva. A dispetto delle traversie giudiziarie patite, il nuovo presidente resta un’icona della sinistra italiana. Al punto da spingere il Pd ad ingaggiare una lunare polemica contro Giorgia Meloni: «Il governo italiano unico assente all’insediamento di Lula». E per caricare di significato politico questa presunta e asserita nostra assenza, il comunicato degli esponenti del Partito democratico metteva in risalto la presenza di altri premier stranieri.

I dem montano una polemica lunare contro il governo

Affermazione, quest’ultima, che lasciava «a dir poco esterrefatti» i parlamentari di FdI della commissione Esteri della Camera. «Il dispiacere è duplice – si legge nel loro comunicato -. Innanzitutto ciò che viene riportato non corrisponde a verità. All’insediamento non vi era alcun primo ministro o capo di governo europeo come viene riportato». Verissimo: ad esempio a rappresentare la Germania alla cerimonia di Lula  vi era il presidente della repubblica federale Frank-Walter Steinmeier mentre a rappresentare la Spagna vi era Re Filippo VI. «Entrambe le figure – proseguono i deputati di FdI – sono equiparabili al nostro presidente della Repubblica.

Alla cerimonia di Lula presente S.E. Azzarello

«In secondo luogo è chiaro che non vi è alcun motivo per accusare né il premier Meloni né altri rappresentanti delle istituzioni italiane poiché quasi tutti i paesi dell’Unione Europea erano rappresentanti a Brasilia dal proprio ambasciatore, cosa che ha fatto anche l’Italia con il proprio rappresentante diplomatico Francesco Azzarello». Uno scivolone clamoroso, dunque, quello del Pd. Che la nota dei deputati di FdI non ha mancato di rimarcare. «La verità, come spesso accade – vi si legge, infatti -, è che pur di attaccare il presidente Meloni, il Pd non esita a colpire la nostra nazione screditando le istituzioni». Il comunicato, infine, ringrazia l’ambasciatore Azzarello «che bene ha svolto il suo compito rappresentando al meglio la nostra nazione».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA