Alessia Morani al veleno: “Pd maschilista. A destra sono più avanti di noi, basta guardare la Meloni”

6 Gen 2023 19:18 - di Antonella Ambrosioni
alessia Morani Pd maschilista

Ci mancava il rossetto di Alessia Morani a scatenare un’altra rissa in casa Pd. “Il mio è un partito di maschilisti” sibila la dem per la foto pubblicata sui social durante le Festività. Era una foto niente di che della ex parlamentare, innocua, rossetto acceso, sguardo a guardare l’ignoto, camiciola vedo-non-vedo sotto il giubbotto di pelle nera. E’ successo il finimondo. A proposito di donne, di femminilità di leadership, di quote rosa. I dem fanno ridere, ripeterlo diventa stantio. Soprattutto quando si ostinano a dare lezioni di femminismo in casa d’altri.  Insomma, la Morani è stata travolta dagli utenti dei social e soprattutto da molti provenienti dal suo mondo.

Alessia Morani travolta da gente del Pd per una foto

Intervistata da Corriere della Sera, Morani si dimostra basita: “Si mettono sempre in conto gli odiatori. Ma ci sono stati attacchi del mio partito, non me li aspettavo. Era una foto sobria, composta, per niente ammiccante o volgare. Non capisco. Una foto che il mio compagno mi ha scattato per il mio compleanno, il 3 gennaio. Ero seduta e di profilo, completamente vestita. Ma anche fosse stata in costume che male ci sarebbe stato? Si rafforza la convinzione che il mio è un partito profondamente maschilista”.“Il problema – prosegue ancora Morani – è che vogliono che si mortifichi la femminilità. Il fuoco amico non lo immaginavo. A destra sono più avanti di noi, ci danno lezioni”.

Pd, ennesima bagarre sul rossetto della Morani

E’ un fiume in piena e dalle sue parole esce un’ammirazione confessata apertamente: “Basta guardare la premier Giorgia Meloni. Non rinuncia alla sua femminilità e nessuno le dice niente. Tra l’altro adesso la trovo più carina di alcuni anni fa. È aumentata la consapevolezza che ha di sé, evidentemente”. L’ennesimo scivolone all’interno della sinistra, che pure su questo guarda alla destra come un modello. Qualcuno me lo ha scritto: “dovresti fare come la Carfagna; che per dimostrare la propria competenza mortifica la sua femminilità”. Lei ribatte: “Roba da medioevo. Il peggiore di tutti è stato un certo Michele Testoni che ha innescato il dibattito».

Il web:”Te ne accorgi solo ora?”

Pardon, chi sarebbe questo Michele Testoni, chiede alla Morani Alessandra Arachi: «Su Facebok dice di essere un insegnante e vice presidente del Comitato a Madrid del Pd e del Psoe. Ha scritto: “una deputata del mio partito dovrebbe evitare questo reiterato tipo di fotografie, decisamente inappropriate”. E lui non sa nemmeno che non sono più deputata. Il fuoco amico non lo immaginavo». Certo che alcune domande sorgono spontanee sui social. “Scusi, dopo tanti anni non si era mai accorta che il Pd è a trazione maschilista?”. Ancora: “Ti accorgi dell’odio social quando ti tocca… non quando si tratta di essere solidali con la premier”. Diciamo che la Morani da quando non ha più ruoli nel partito si toglie molti sassolini dalle scarpe che precedentemente tollerava. E’ diventata improvvisamente più ‘barricadera’ contro i suoi. Ma su una cosa non sbaglia, la destra è avanti anni luce. Su tutto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA