Sorridente, in tailleur e pollici alzati in segno di vittoria: Giorgia Meloni nel presepe napoletano

25 Ott 2022 10:31 - di Giulia Melodia
Meloni presepe

Tra il Papa e la regina Elisabetta. In nome della celebre commistione tra personaggi storici e protagonisti dell’attualità. E in mezzo ai cantanti e ai calciatori più amati dalle folle, nel presepe di San Gregorio Armeno arriva la statuina di Giorgia Meloni. Tailleur chiaro su maglia rosa per l’opera di Ferrigno. Completo turchese con i pollici alzati in segno di vittoria, la rappresentazione di Genny Di Virgilio. Così i due maestri della tradizionale arte presepiale partenopea rendono omaggio al presidente del Consiglio e alla sua netta affermazione elettorale.

La statuina di Giorgia Meloni premier nel presepe napoletano

Dunque, è Giorgia Meloni la nuova star del presepe napoletano di San Gregorio Armeno. È la sua statuina, che la ritrae sorridente e vittoriosa in mezzo a angeli, pastori, Re Magi e celebrities moderne, l’attrazione del Natale di San Gregorio Armeno. A dispetto dei tour elettorali di Conte e Di Maio, impegnati prima del voto a spartirsi le stradine di San Gregorio Armeno, è il premier appena insediatosi la star del presepe napoletano di quest’anno. E non poteva essere altrimenti…

Meloni, dalla rivoluzione del presepe alla statuina a San Gregorio Armeno

Non solo in quanto protagonista della scena politica, ma anche perché da sempre Giorgia Meloni è una strenua sostenitrice dell’importanza della tutela della nostra cultura religiosa e identitaria, che passa anche per il presepe napoletano. Una convinzione che, negli ultimi anni di lockdown e di crisi, l’attuale premier ha rivendicato e difeso a suon di appelli alla “rivoluzione del presepe”. Messaggi rivolti agli italiani tutti, all’insegna del rispetto delle radici popolari nazionali ed europee.

Meloni e la difesa degli artigiani e del presepe…

Dichiarazioni ed esortazioni rese anche in nome dell’eccellenza della produttività made in Italy, declinando, al tempo stesso, il discorso culturale alla necessità di dare una mano alle imprese del settore degli addobbi natalizi. Un mondo imprenditoriale stritolato, come tanti altri artigiani e commercianti, nella morsa della pandemia. Un mondo, quello del presepe e dei suoi infaticabili creatori napoletani, che oggi rende omaggio a Giorgia Meloni e alla sua immagine di donna forte e vincente. Di leader determinata. E di presidente del Consiglio sorridente, e parte integrante di una realtà nazionale che le ha dato fiducia politica e credito istituzionale.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA