I 70 anni di Putin, l’uomo solo al comando. L’Occidente lo ignora, gli auguri di Kim e del patriarca Kirill

7 Ott 2022 13:20 - di Lucio Meo

Il Presidente russo Vladimir Putin compie oggi 70 anni, il compleanno più amaro della sua carriera politica, con le forze militari russe che indietreggiano nei territori del sud est dell’Ucraina che ha appena annesso alla Federazione russa. Difficile che il Presidente del Paese impegnato nell”operazione militare speciale’ in Ucraina trascorra la giornata, come fece nel 2019, con il non più favorito ministro della Difesa Sergei Shoigu a pescare e cercare funghi, in Siberia. Anche nel 2014, Putin aveva festeggiato nella taiga e l’anno successivo si era concesso una partita a hockey con la squadra Zvezdy NHL, con il pubblico che intonava “buon compleanno”. Ma di solito, come ha più volte assicurato il portavoce, Dmitry Peskov, il Presidente trascorre il compleanno “al lavoro”, riservandosi la sera libera per incontrare amici e familiari, di cui non è mai stato fornito l’elenco.

A Putin arrivano gli auguri di Kim Jong-un, il primo

Pochi i messaggi di auguri arrivatigli dal resto del mondo, se non da quei paesi che ci tengono a farlo sapere. Non a caso il primo capo di Stato a fare gli auguri a Vladimir Putin, nel giorno del suo 70esimo compleanno, è stato il leader nordcoreano Kim Jong-un. Kim ha sottolineato nel suo messaggio i “risultati nel costruire una Russia potente” e ha espresso l’auspicio per lo sviluppo di relazioni bilaterali, come ha sottolineato l’agenzia Kcna. Putin, ha aggiunto Kim, “gode del rispetto e del sostegno di grandi masse di persone”. “Oggi la Russia difende in modo affidabile la dignità dello Stato e i suoi interessi fondamentali dalle sfide poste dagli Stati Uniti e dalle loro forze vassalle. Una tale realtà è impensabile senza la sua leadership e la sua forte volontà”.

Il messaggio del patriarca Kirill: “Ti ha mandato Dio”

Da sottolineare anche gli auguri del patriarca di Mosca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa. “Dio ti ha messo al potere affinché tu possa svolgere un servizio di importanza speciale e di grande responsabilità per il destino del Paese e delle persone affidate alle tue cure”, ha dichiarato il patriarca, che ha quindi elogiato Putin per aver “trasformato l’immagine della Russia, rafforzato la sua sovranità e la sua capacità di difesa, protetto i suoi interessi nazionali”. Kirill ha quindi augurato “salute e lunga vita” al presidente russo, invitando i fedeli in tutto il Paese a pregare per la sua salute.c

Nato il 7 ottobre del 1952 nell’allora Leningrado, una città che stava ancora riprendendosi dal lungo assedio, da parte delle forze naziste, in cui morirono il fratello e cinque zii. Nonno cuoco di Stalin, padre volontario in guerra, Putin è cresciuto nella mitologia della grande guerra patriottica, e del peso che la resistenza era costata ai sovietici e alla sua famiglia, con entrambi i genitori che hanno sfiorato la morte in quegli anni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA