Meloni a Porta a Porta zittisce la sinistra: “Non sono d’accordo con Orban su tante cose”

22 Set 2022 18:41 - di Elsa Corsini

Il reddito di cittadinanza? L’assistenza va fatta nei confronti di chi non è in condizione di lavorare. Invalidi, over 60 senza reddito, pensionati con pensioni inadeguate. Anche famiglie che hanno figli a carico e che magari sono senza reddito. Però, per chi è in condizione di lavorare, la sfida non è mantenerlo nella sua condizione di povertà. Conte dice sempre che la Meloni combatte i poveri. No, io combatto la povertà, che è un’altra cosa”. Così la leader di Fdi ospite di Porta a Porta, registrata prima del comizio conclusivo in piazza del Popolo.

Meloni a Conte: io combatto la povertà, non i poveri

La Meloni ha passato in rassegna i temi più caldi di questa campagna elettorale, a tratti ‘bruttissima’ per la quotidiana criminalizzazione e le provocazioni contro la destra. A cominciare dai nodi, come il reddito di cittadinanza, sui quali si è scatenata la narrazione ‘fantasiosa’ per non dire taroccata della sinistra. Pnrr compreso. “Voglio fare un tagliando al Pnrr per capire se questi soldi arrivano a terra”, dice la Meloni rispondendo a Bruno Vespa. “Qualcuno si è accorto che è aumentato il prezzo delle materie prime? E che i bandi non sono stati rinegoziati in base all’aumento delle materie prime? Sapete cosa succederà? Che i bandi andranno deserti”. Non è meno incisiva in materia di politica estera. Mettendo la parola fine alle polemiche sulla collocazione internazionale di Fratelli d’Italia e sulle presunte vicinanze con il premier ungherese.

“Non sono d’accordo con Orban su molte cose”

Non sono d’accordo con Orban su molte cose che sta dicendo, soprattutto in politica estera”, spiega nel corso della puntata di Porta a Porta che andrà in onda stasera su Rai 1. A cominciare dalle sanzioni contro la Russia. Dubbi sulla collocazione atlantica? Soltanto la cattiva propaganda può sostenerlo. “Penso non ci siano dubbi su quale sia, secondo Fratelli d’Italia, la posizione che l’Italia deve avere sul piano internazionale. E lo abbiamo ampiamente dimostrato dall’opposizione. Gli Usa sono uno dei nostri principali alleati”.

Abbiamo un rapporto molto solido con gli Usa

Non ho dubbi – ha aggiunto – sul fatto che l’Italia, indipendentemente dall’amministrazione che sta governando in quel momento, debba avere e mantenere un rapporto molto solido con gli Usa. Che vuol dire: stare a testa alta nel campo occidentale, starci con affidabilità. Anche per lavorare a difesa del nostro interesse nazionale”. Fugate anche le fake news su euroscetticismi e fantomatiche uscite dall’Ue.

Non credo all’Europa di serie A e una di serie B

“Non credo nell’idea di Europa che sta raccontando la sinistra, per cui c’è un’Europa di serie A e una di serie B. L’Europa non è il club degli amici del golf, non è un club elitario nel quale si decide chi è più e chi è meno importante, perché i trattati non dicono questo”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA