Il voto scatena i bookmaker: dal toto-ministri al successore di Letta, ecco su chi scommettono

27 Set 2022 13:57 - di Agnese Russo
ministri

Il toto-ministri, ma anche il futuro di Pd e Lega. Il voto scatena i bookmaker, che in queste ore stanno rilasciando quotazioni su chi andrà a coprire i dicasteri chiave e su chi prenderà il posto di Enrico Letta alla segreteria, dopo il congresso al quale lui non si candiderà. Finisce, però, in questo gioco sulla politica italiana anche Matteo Salvini, sebbene abbia chiarito che, pur non soddisfatto dal risultato della Lega, la sua leadership non è sul tavolo: «Non ho mai avuto così tanta determinazione e voglia di lavorare», ha spiegato il segretario del Carroccio.

Il toto-ministri secondo i bookmaker

A dare le quotazioni, rilanciate da Agipronews, è il sito Oddsdealer.net, fornitore di quote per i bookmaker internazionali. Tra le ipotesi che circolano in questi giorni intorno ai ministri, occhi puntati in particolare sull’Economia, dove Cesare Pozzi, docente di Economia all’Università di Foggia e alla Luiss, è quotato 1,6. Lo seguono Luigi Buttiglione (a 3,50), che in curriculum Bankitalia e la banca di investimento Brevan Howard, e Fabio Panetta (a 5,20), membro del consiglio direttivo della Bce. Al Viminale i bookmaker danno Salvini a quota 1,90, davanti ad Adolfo Urso (a 3,10) e Ignazio La Russa (a 3,90). Per il ministro della Giustizia puntano su Giulia Bongiorno a 1,80, poi su Marcello Pera a 2,90 e su Carlo Nordio a 5 volte la scommessa. Per gli Esteri circola il nome di Franco Frattini (a 1,82), seguito da Elisabetta Belloni a 2,27 e Antonio Tajani a 9 volte la scommessa. Infine, alla Sanità le quotazioni puntano su una donna, con Licia Ronzulli avanti a 1,84 e Letizia Moratti che insegue a 2,95. Più distante Luca Coletto a 4,60.

Le scommesse sulla leadership di Pd e Lega

Per quanto riguarda il Pd le puntate vedono Dario Franceschini a 2,40 e Andrea Orlando a 2,91. Meno favorevoli i pronostici su Stefano Bonaccini che è dato a 4,15, ma comunque davanti a Debora Serracchiani, attestata come ultima a 5 volte la scommessa. Non quotata, invece, Elly Schlein, da molti indicata come la vera stella nascente dem. Ma i bookmaker, si diceva, si esercitano anche sulla Lega, benché la segreteria Salvini non sia sul piatto. Comunque, in questo divertissement immancabile a ridosso di momenti e situazioni di particolare interesse, i betting analyst quotano  Massimiliano Fedriga a 2,41 e Luca Zaia a 2,88, mentre considerano più lontana l’ipotesi di Massimo Garavaglia (a 4,16) e di Giancarlo Giorgetti, dato a 5 volte la posta.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA