Salman Rushdie accoltellato a New York: vendetta islamica? La drammatica sequenza (video)

12 Ago 2022 17:58 - di Laura Ferrari
Salman Rushdie

Lo scrittore Salman Rushdie, il cui libro Versetti satanici gli è valso minacce di morte e una fatwa del mondo islamico, è stato accoltellato nel corso di una conferenza pubblica a New York, quando un uomo è salito sul palco subito dopo la sua presentazione.

L’aggressore ha riptutamente colpito Rushdie, che avrebbe dovuto parlare al Chautauqua Institution di Chautauqua, New York, a circa 75 miglia a sud di Buffalo. Le condizioni di Rushdie, che ha 75 anni, non sono state attualmente note. L’attentatore: un un uomo delle quali non sono note le generalità, è stato arrestato.

Chi è Salman Rushdie: la taglia del mondo islamico

Il lavoro di Salman Rushdie gli è valso minacce di morte negli anni ’80, quando il governo iraniano ha vietato “I versetti satanici”, che alcuni musulmani considerano blasfemi. Nel 1989, il leader iraniano Ayatollah Ruhollah Khomeini ha emesso una fatwa, o editto, chiedendo la morte di Rushdie.

Da allora il governo iraniano ha fatto marcia indietro rispetto alla fatwa, ma nel 2012 un’organizzazione religiosa semi-ufficiale all’interno dell’Iran ha posto una taglia di oltre 3 milioni di dollari sulla testa dell’autore. La guida suprema Ali Khamenei ha rinnovato la fatwa nel 2017, e nel 2019 via Twitter.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA